mascherare la musica di un altro autore?

“Nel 1778, Mozart descrisse in dettaglio il sistema che impiegava per mascherare la musica di un altro autore, sino a renderla irriconoscibile. In questo consistevano i suoi esercizi di “composizione”, che, supplendo alla mancanza di studio, gli servivano per la pratica” (Luca Bianchini,. Anna Trombetta Mozart la caduta degli dei, parte prima)
 

La nuova biografia di Mozart



Finalmente!

Il nuovo libro “Mozart La Caduta degli Dei – Parte seconda” appena uscito è già in vetta alle classifiche di vendita IBS.

“La biografia Mozart, la caduta degli dei raccoglie i risultati dei nostri studi sulla musica del Settecento e su Mozart, …
Continua a leggere

Queste pagine sono dedicate alla nuova biografia di Mozart. 

Luca Bianchini e Anna Trombetta parlano del nuovo libro “Mozart La Caduta degli Dei – Parte prima e seconda” …
Continua a leggere
L’inno UE scritto da un filonazista Registrazione della prima puntata trasmessa alla Radio Vaticana VIDEO: intervista televisiva a TMN Articolo sul Giorno di Nello Colombo
Oggi 16 maggio 2017 sul Giornale quotidiano di Sallusti un paginone è dedicato al nostro libro Mozart la caduta degli dei. Si intitola “l’inno UE scritto da un filonazista”.  Intervista agli autori del libro alla Radio Vaticana. Prima puntata dell’Arpeggio. Gli autori sono stati intervistati dalla giornalista Gloria Massera per TMN Demolito il mito dell’enfant prodige. Il crepuscolo degli dei colpisce anche Mozart.

BESTSELLER #IBS  categoria #Musica, categoria #Stile e #Genere, TOP 100 #Amazon

L’ORDINE

IL VIAGGIO DEI MUSICOLOGI BIANCHINI E TROMBETTA A ROMA IN CITTÀ DEL VATICANO RIPERCORRE I LUOGHI VISITATI DAI MOZART NELLA CITTÀ ETERNA NEL LONTANO 1770.

Abbiamo raccontato le nostre impressioni entrando in Radio Vaticana paragonandole di volta in volta a quelle registrate nell’epistolario da Mozart padre e figlio.

Continua a leggere

IO_libro_Copertina_FRONTE 2016-12-03_090642
Di Marcello Piras
“Finalmente possiamo leggere la prima parte del monumentale lavoro di Bianchini e Trombetta. Le sorprese abbondano, ma ogni affermazione, anche la più inaspettata, appare corredata di note sulle fonti. Ne emerge una conoscenza pressoché totale della saggistica in materia, letta nelle varie lingue originali. La biografia di Mozart ha sempre avuto l’aspetto di una favola, e questo lavoro è il più lontano dal leggendario e dall’agiografico che mai sia stato scritto. Alcune ricostruzioni di eventi — come l’esame di padre Martini — sono non soltanto condotte sulle fonti, ma logicamente solide, e seguono gli eventi come in un sorta di radiocronaca. I risultati potranno urtare alcune sensibilità, ma d’altra parte il progresso della conoscenza non passa certo per la conferma automatica delle posizioni del passato. Infine, cosa che non dispiace affatto, la prosa è chiara e la lettura gradevole”. 2016-12-03_090721
Le ultime recensioni
sulla prima e la seconda parte
24 agosto
Simone P.
Sto finendo il 2 tomo. Complimenti per la ricerca e la precisione della bibliografia … sarebbe un’ottima sceneggiatura per un film… ma non penso che qualcuno sarebbe disposto a produrlo . Troppi interessi in gioco ancora oggi.
24 maggio
Silvio M.

Il primo l’ho letto. Del secondo sono già a buon punto. Li considero due capolavori.24 maggio
Sophie B.
Questi due libri sono il risultato di una ricerca quasi ventennale che gli autori hanno pazientemente e accuratamente condotto nel campo della storiografia musicale. Il risultato è veramente lusinghiero per loro e, di riflesso, per noi italiani un tempo portatori di cultura e civiltà. Vi posso dire che la lettura è appassionante come quella di un thriller perché fa piena luce su di un illustre personaggio da sempre considerato genio inarrivabile della musica: Wolfgang Amadeus Mozart. E se così non fosse stato ? E se per esaltare lui avessero “assassinato” un altro e ne avessero occultato il corpo seppellendolo sotto un mare di scartoffie e menzogne ad arte costruite? E se la fama e la palma della gloria fossero state strappate ad un nostro connazionale? Le risposte sono tutte in questi due bestseller che hanno causato un vero e proprio terremoto in campo musicale. Io li ho letti, divorati con grande gusto e ne caldeggiato perciò la lettura, appassionante anche per i non-cultori del genere. E poiché ci sono ancora tanti segreti da svelare in campo musicale, attendo con ansia di poter leggere il prossimo “giallo”.
24 maggio
Estevan S.
Grazie per avermi portato a conoscenza di splendida musica. Sto leggendo il secondo volume, sempre più appassionante!
21 maggio
Erika N.
Bello, anche il secondo. Avevo letto il primo e m’era piaciuto. Con il secondo tutto è più chiaro. Sono colpita da quello che hanno fatto e rigirato i musicisti in due secoli di storia. Dovrebbero vergognarsi, intendo quelli che per interessi di bottega hanno davvero messo a ferro e fuoco la nostra bella Italia.
19 maggio
Sandro M.
Lo sto leggendo: intrigante, appassionante, rivoluzionario, veritiero, trascinante.
17 maggio
Noemi P.
Andrebbe fatto un film. Terrebbe incollati gli spettatori se qualcuno avesse fantasia a sufficienza per creare una scenografia e i costumi del settecento. Ci avete pensato?
16 maggio
Aldo M.
Ho letto il secondo volume. Ha quasi il sapore di un giallo e non vedevo l’ora di finirlo. Adesso lo rileggerò con calma, riguardandomi le note, ma la visione è completa. Perché non lo traducete?
16 maggio
Norma C.
Il secondo volume mantiene le promesse. Non so cosa resterà uguale a prima dopo questo terremoto !
15 maggio
Stelvio M.
Leggete “Mozart. La caduta degli Dei”, volume primo e secondo di Luca Bianchini e Anna Trombetta. Due libri che cambiano la Storia della Musica e che io appoggio incondizionatamente. Bravi!
13 maggio
Ino T.
Sulle tesi di Trombetta e Bianchini, discutibili quanto si vuole, si sono scatenati come dobermann. Rifiuto categorico di prenderle in considerazione, attacchi personali, insulti veri e propri. Disgustoso. Invece ci sarebbe tanto da capire.
12 maggio
Giuseppe F.
Quando i libri saranno tradotti in tedesco (e inglese) scoppierà la 3a guerra…. europea!Continua a leggere
CONSERVATORI
ISSM- Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena – Alta Formazione Artistica e Musicale.
Il Libro “Mozart La caduta degli dei” è stato adottato nel secondo corso del Triennio di Storia della Musica tenuto dal Professor Daniele Fusi all’ISSM di Siena. Gli studenti seguono anche le registrazioni di Radio Vaticana con intervista di Luigi Picardi ai musicologi Luca Bianchini e Anna Trombetta. hanno utilizzato la nuova biografia di Mozart come libro di riferimento.Continua a leggere
Mozart la caduta degli dei alla RADIO VATICANA

A partire da domenica 11 settembre 2017 Radio Vaticana ha trasmesso per undici domeniche alle 14.20 una serie di puntate su Mozart e il classicismo viennese che ha visto come protagonisti i musicologi lombardi Luca Bianchini e Anna Trombetta.Ascolta tutte le registrazioni

Articoli precedenti

Suddivisa in due volumi, la nuova biografia critica di Mozart raccoglie i risultati di vent’anni di studi dei musicologi Luca Bianchini e Anna Trombetta.
Gli autori si interrogano sulle ragioni del culto di Mozart, venerato da oltre due secoli come un dio, e smascherano le leggende, i miti e i luoghi comuni, come quello ad esempio del genio di natura.

Mozart la caduta degli dei facebook

contro Mozart la caduta degli dei

Luchesi è vittima di una truffa

Luchesi è vittima di una truffa

Segnaliamo un articolo interessante di Giuliano dal Mas, che riguarda Luchesi e il fatto che sia stato dimenticato, pur essendo stato il Maestro di Beethoven.

Luchesi, vittima di una truffa

I musicologi Luca Bianchini e Anna Trombetta hanno approfondito l’argomento nei due volumi che hanno scosso il mondo musicale. La biografia critica Mozart la caduta degli dei affronta il problema della morte di Mozart [….]

Nuovo: è appena uscito il volume Mozart il Flauto magico di Bianchini e Trombetta, novità editoriale 2018 []

Nuovo: intervista agli autori sulla prestigiosa rivista Interlude di Hong Kong []

 

Mozart smascherato (The Times)

Musical Scholars unmask Mozart the plagiarist
(The Times)

“Mi recai a Roma a casa di Sandro Cappelletto per consegnargli il materiale sonoro e tutte le notizie necessarie alla realizzazione del suo lavoro. Ascoltammo insieme la registrazione di “Sinfonie napolitane” e al momento dell’ascolto dell’andante della Sinfonia “Venezia 1775″ Sandro Cappelletto ebbe un sobbalzo. ‘Maestro, questo è Mozart!’ Fu la sua esclamazione”
(Enzo Amato, La musica del sole)

http://www.interlude.hk/front/luca-bianchini-anna-trombetta-fall-gods-making-mozart-legend/

Nuova intervista alla prestigiosa rivista cinese Interlude dei musicologi Luca Bianchini e Anna Trombetta

In a number of recent publications, musicologists Luca Bianchini and Anna Trombetta have investigated the countless myths and legends that elevated Wolfgang Amadeus Mozart into a singular musical genius. Attempting to set the record straight, the first part of our interview addressed questions of historical motivations, nationalism, and initial attempts at mythmaking by early biographers. In this second part of the interview, Bianchini and Trombetta continue to share their insights into the making of the Mozart Legend:

Q: The clumsy PR machinery set in motion by Leopold Mozart greatly obscured the fact that young Wolfgang was essentially a performer, and that he achieved musical maturity as a composer at a relatively late age. What can we learn from untangling these two conflicting—although clearly not unrelated—strands of musical activities?

A: The problem is serious. It is well known that Mozart did not have a proper education, neither in the scientific, humanistic or musical field. With whom did he study composition; who taught him counterpoint and fugue? Leopold Mozart, Padre Martini and the Marquis of Ligniville are cited as his only teachers. It turns out that Leopold never studied composition and was dismissed from University. Therefore, he could not teach harmony and counterpoint, and he was not a concert violinist either but started his career as a court valet. Information about Leopold comes from an anonymous and highly complimentary source. In the last few years it has been discovered that Leopold actually wrote the document himself! His son was certainly talented, but Leopold exploited him mainly as a performer, and as a brilliant improviser around Europe.

continua

 

i punti oscuri nelle biografie dei tre grandi

"Che la ricerca su Luchesi ci abbia portato ad individuare molti punti oscuri delle biografie dei tre grandi della…

Pubblicato da Luca Bianchini su Mercoledì 11 luglio 2018

L’Ora della Verità

"Che la ricerca su Luchesi ci abbia portato ad individuare molti punti oscuri delle biografie dei tre grandi della…

Pubblicato da Luca Bianchini su Mercoledì 11 luglio 2018

L’ora della verità