Luca Bianchini e Anna Trombetta parlano del loro libro in uscita a maggio

Luca Bianchini e Anna Trombetta parlano del nuovo libro “Mozart La Caduta degli Dei Parte seconda” appena uscito e già disponibile su IBS, La Feltrinelli, Amazon, ordinabile in qualsiasi libreria.

“La biografia Mozart, la caduta degli dei raccoglie i risultati dei nostri studi sulla musica del Settecento e su Mozart, autore venerato da oltre due secoli come un dio. Abbiamo indagato le ragioni di quel culto, sfrondando le molte biografie dai luoghi comuni, come quello del genio di natura. Sino al secolo scorso la tendenza era di minimizzare le problematicità, per non turbare l’immagine impressa nella mente del pubblico. Nel nostro lavoro suddiviso in due parti, individuiamo alcuni punti contraddittori della sterminata bibliografia mozartiana, li verifichiamo e li analizziamo. Di ognuna delle quasi 2500 citazioni segnaliamo le fonti, per consentire al lettore la verifica”.

“Mozart, la caduta degli dei – Parte prima (2016) si occupa degli anni di formazione, la Parte seconda (2017) prosegue l’indagine e lo studio sulla vita e le opere del Maestro di Salisburgo, dal suo trasferimento a Vienna sino alla morte”.

Molte sono le novità inedite di questa corposa biografia critica, ad esempio la nuova lettura del Flauto magico e del Requiem.

“Analizziamo i principali lavori di musica da camera, i Duetti, Trii e Quartetti per archi, i Quintetti e i Concerti per violino, e per strumenti a fiato, tutte le Opere teatrali, i Singspiel, e la produzione sacra. Abbiamo trattato ogni argomento secondo la prospettiva storica, seguendo una visione critica. I capitoli descrivono gli ambienti culturali delle principali città dell’Impero, i musicisti e i personaggi che rivestirono un ruolo importante nell’evoluzione artistica del compositore. Vi fanno da cornice i viaggi, i rapporti di Amadé con amici e familiari, con la Massoneria e le consorterie esoteriche degli Illuminati di Baviera e dei Fratelli Asiatici”.

A uno strumento come questo, essenziale per conoscere Mozart, non poteva mancare una riflessione sulla storiografia e sulla ricerca musicologia dell’Ottocento e del Novecento nei Paesi tedeschi e in Italia. Mozart, la caduta degli dei è stato adottato nel secondo corso del Triennio di Storia della Musica all’ISSM Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena – Alta Formazione Artistica e Musicale. Gli studenti hanno utilizzato la nuova biografia di Mozart come libro di riferimento.

Il primo volume Mozart, la caduta degli dei è best seller da molti mesi nelle classifiche delle vendite, recensito da musicologi affermati:

“Finalmente possiamo leggere la prima parte del monumentale lavoro di Bianchini e Trombetta. Le sorprese abbondano, ma ogni affermazione, anche la più inaspettata, appare corredata di note sulle fonti. Ne emerge una conoscenza pressoché totale della saggistica in materia, letta nelle varie lingue originali. La biografia di Mozart ha sempre avuto l’aspetto di una favola, e questo lavoro è il più lontano dal leggendario e dall’agiografico che mai sia stato scritto. Alcune ricostruzioni di eventi – come l’esame di padre Martini – sono non soltanto condotte sulle fonti, ma logicamente solide, e seguono i fatti come in una sorta di radiocronaca. I risultati potranno urtare alcune sensibilità, ma d’altra parte il progresso della conoscenza non passa certo per la conferma automatica delle posizioni del passato. Infine, cosa che non dispiace affatto, la prosa è chiara e la lettura gradevole”. (Marcello Piras, musicologo).. 

Chi volesse essere informato sulle ultime novità clicchi qui!