Mozart la caduta degli dei

Ti hanno raccontato due secoli di false verità?

Per conoscere l’autentico Mozart
leggi la nuova biografia consigliata da professionisti, musicisti e appassionati

Cosa aspetti? Contro le bugie della musicologia vaccinati anche tu!

 

Best Seller che divide il mondo musicale: la biografia più venduta, recensita, commentata da studiosi, musicisti e appassionati, oggetto di studio in corsi universitari e Scuole di Alta Formazione Musicale. Non perdere l’occasione di conoscere Mozart come nessuno mai ha avuto il coraggio di svelarti: 

tu sai che hanno cercato da due anni e mezzo di censurarci, boicottarci, denigrarci ma non ci sono riusciti. Perciò approfittane. Vaccinati contro le false verità che gli Accademici delle bufale ti hanno raccontato su Mozart per circa duecento anni, facendotele pagare profumatamente. Non farti convincere dagli antivax musicologici. Il vaccino non ha effetti indesiderati o collaterali, e conviene:

Mozart la caduta degli dei, il libro su Mozart di cui tutti parlano!

Luca Bianchini, Anna Trombetta
Mozart la caduta degli dei
Editore: Youcanprint
Pagine: 490, Brossura
ISBN: 978-8892653399

 

€30 €28.5
solo per questa settimana
€30 €25.5
solo fino al 24/12
€30 €24

Qui tu puoi vedere una breve presentazione di Mozart la caduta degli dei a Radio Vaticana Italia


Il libro è stato PROTAGONISTA nel 2018 di 13 puntate su RADIO VATICANA
Evento della Fiera internazionale Cremona musica 2018 numero 1 al mondo per gli strumenti musicali
Presentato quest’anno dall’Accademia Giacomo Casanova al Salotto Venier di Venezia

Mozart la caduta degli dei, unica novità editoriale alla Maratona Mozart di Torino 2018


“Personalmente, da DILETTANTE, ho seguito ed amato il mito di Mozart per trent’anni ed oltre. Ho letto biografie, ascoltando musica e digerendo volentieri suggestioni critiche di ogni genere. Ho tramandato la mia passione alle mie figlie, facendo loro conoscere la musica “mozartiana” e le varie interpretazioni date dai vari biografi, che raccontavano di citazioni, di intuizioni, di memoria, …di genio.
Poi ho letto i libri di Luca Bianchini e Anna Trombetta, che mi hanno posto davanti ad un bivio, che poi ho scoperto, sempre grazie a loro, non essere un bivio, ma semplicemente una conoscenza lucida e pragmatica della realtà.
Non è che lì per lì ne abbia goduto affatto! Ma ho quasi subito realizzato che al loro lavoro null’altro vada espresso se non un sentimento di forte gratitudine, da parte di chi, come me, ama la musica.
Chi passa il tempo a NASCONDERE verità che oltre ad essere FONDAMENTALI sono estremamente stimolanti, (per chi non abbia secondi fini, ovviamente) è egli stesso un oltraggio alla cultura, alla conoscenza, ed alla musica stessa.
Grande stima a Luca Bianchini ed Anna Trombetta, ed a loro la mia solidarietà ed il mio sostegno di “Mozartiano ferito”, che credo, in questa fase, valgano il doppio!”
(Giovanni Rosi)


“Grande lavoro per una Storia più corretta. Riscrivere la storia ogni volta, ricontrollando le fonti, è il dovere di ogni storico. Il lavoro di Luca Bianchini e Anna Trombetta ne è una dimostrazione. La dettagliata ricerca e citazione puntuale delle fonti consente agli autori di ripercorrere con successo un cammino per troppo tempo dato per già battuto, noto, scontato e immodificabile: l’agiografia mozartiana, il mito del genio musicale e il classicismo viennese”.
(Daniele Fusi, musicologo, che ha adottato il libro nei Corsi alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Siena)


“Libro storico in tutta la musicologia; l’opera dei due Autori procede corretta senza premeditata ‘umiliazione’ del grande Mozart: i fatti documentati sono fatti, e bisogna prenderne atto, a partire dalla personalità ‘truffaldina’, direi innata, del padre Leopold, che potrebbe verosimilmente avere influenzato il ‘divin figliolo’; perciò è credibile che anche la grande Jupiter sia un lavoro non tutto mozartiano, non certo per il bellissimo tema di Gluck, che in questa sinfonia è portato in tutt’altro contesto (si ascolti anche la sublime ‘acqua’ del famoso terzetto dell’addio in ‘Così fan tutte’ quasi uguale a l’eccellente l’acqua’ di Cimarosa, come spiegato benissimo dal maestro Muti), quanto per la firma di Mozart sovrapposta a quella di Andrea Lucchesi; pertanto rimango in attesa del secondo volume di questi splendidi musicologi italiani per ‘divorarlo’, come sto divorando’ questo primo”.
(Massimo Dell’Agata)


“Era ora che qualcuno scrivesse ciò che ho appena letto in questo volume. Per non parlare del primo. Lasciate perdere le recensioni degli haters professionisti. Ho comprato anche il secondo volume incentivato dalle loro pesantissime dichiarazioni”.
(commento di un lettore)


“Documentatissimo. Le sorprese abbondano, ma ogni affermazione, anche la più inaspettata, appare corredata di
note sulle fonti. Ne emerge una conoscenza pressoché totale della saggistica in materia, letta nelle varie lingue originali. La biografia di Mozart ha sempre avuto l’aspetto di una favola, e questo lavoro è il più lontano dal leggendario e dall’agiografico che mai sia stato scritto”.
(Marcello Piras, musicologo)


“Il libro di Luca e Anna fa chiarezza e restituisce un po’ di verità (e di logica) alla storia della musica. … Genio e sregolatezza è una favola inventata per far meno male agli amateurs.”
(Edoardo Catemario, concertista)


“Straordinario!! Dalle prime pagine del libro gli autori ci aiutano a capire come i governi e le lobby non si facciano prendere da nessuno scrupolo di coscienza nel calunniare ed eliminare avversari e nemici, finanche quelli dell’Arte più alta.”
(Giovanni Paracuollo, concertista)


“Mai si sarebbe scatenato sui due poderosi tomi che caratterizzano il gran lavoro di Bianchini e Trombetta un tale
livore e critica oltre le righe se l’oggetto fosse stato un qualunque autore secondario. Ma il protagonista è Mozart, e quindi crollano i castelli in aria, crollano i miti…”.
(Gian Luca Marcialis, docente universitario)


“Fantastico. Leggere un libro che va controcorrente è già di per sé una grande soddisfazione. Ma leggere La Caduta degli Dei di Anna Trombetta e Luca Bianchini è davvero una goduria. E lo voglio suggerire proprio a coloro che, come me, sono sempre rimasti perplessi di fronte a tanta benevolenza nei confronti di autori che eseguiti in orchestra da noi musicisti, presentavano spesso qualche buco, un po’ qua, un po’ là”.
(Pasquale Napolitano, concertista)


“Con il vostro libro ho fatto un viaggio dove ho imparato più cose che in dieci anni di Conservatorio”.
(Bruno G. musicista).


“Ho letto la Parte Prima ed ho appena acquistato la Parte Seconda. Che dire? Francamente un pò di perplessità rimane…… A me sembra che gli Autori si preoccupino troppo di dimostrare quanto Mozart “non sia stato” piuttosto che valutare a 360 gradi il suo periodo formativo, col risultato (almeno questa è la mia opinione) di cadere anch’essi nel medesimo errore di obiettività della tanto criticata Musicologia Tedesca. I miei dubbi, peraltro, sono stati confermati a pieno dopo avere visto su YouTube una intervista agli Autori (che invito a cercare ed ascoltare). Un esempio su tutti è la loro conclusione secondo cui Mozart non sarebbe stato un bambino prodigio (sic!), dimostrata dal fatto che aveva (per l’età) una lacunosità in campo compositivo. Gli Autori dimenticano però che la “prodigiosità” va riferita evidentemente all’aspetto esecutivo; diversamente, nessun bambino precoce di oggi potrebbe essere definito ‘prodigio”! Potrei fare altri esempi del genere, ma preferisco fermarmi qui. Ciò non toglie che mi accingo a leggere la parte seconda in questa estate torrida, nella speranza di potere essere smentito. In ogni caso, il lavoro rimane comunque uno sforzo intellettuale notevole, frutto di 20 anni di studio che, chi come me si è dedicato alla bibliografia Mozartiana per 25 anni, non può che apprezzare, a prescindere dalla diversità di opinioni”.


“Un libro che finalmente parla della storia di un’Arte, e questa volta di Storia della Musica, che non riproponga all’infinito sempre gli stessi argomenti trattati sempre con la medesima interpretazione degli stessi fatti. … Invito tutti voi a fornirvi dei due libri di A.Trombetta e L.Bianchini che, fra i tanti meriti, hanno sicuramente quello di aver messo tanti autori “intoccabili” sotto la lente di una reale Ricerca scientifica della storia della Musica”.
(Martina Nappi, musicista)


“Che dire, sono frastornato e affascinato. Il titolo è perfettamente appropriato. Non posso che congratularmi con gli autori per il fantastico, documentato, ciclopico e soprattutto coraggioso lavoro… Dopo la lettura nulla sarà come prima”.
(Giuseppe Dolce, compositore)


“Purtroppo per anni abbiamo creduto al genio salisburghese come a qualcosa di divino, di inumano. Questo libro riporta Mozart con i piedi per terra, e speriamo che più gente lo legga. Sfatiamo i falsi miti e le bugie dei musicologi e nazionalisti tedeschi … Il libro è bellissimo e cinque stelle sono addirittura poche”.
(Nicola Biondo, lettore appassionato di musica)


“Logica continuazione del primo libro, ottimo. Consiglio la lettura a tutti.
Grande lavoro di ricerca, complimenti e tenete duro, molti nemici molto onore”.
(Cliente Amazon, acquisto verificato)

€30 €28.5
solo per questa settimana
€30 €25.5
solo fino al 24/12
€30 €24