K 95 Sinfonia in re maggiore

Sinfonia K 95

Musica: ? (l’autografo della K 95 è sconosciuto)
Luogo: ?
Data: ?

Movimenti: Allegro in C tagliato; Andante in 3/4; Menuetto e Trio in 3/4; Allegro in 2/4.
Organico: 2 oboi, 2 flauti (nell’andante), 2 clarini in re, 2 violini, viola, violoncello, basso.
Tonalità: Allegro in re maggiore; Andante in sol maggiore; Menuetto in re maggiore, Trio in re minore; Allegro in re maggiore.

Fonti: c’è solo la copia tarda di Köchel presa dalla partitura di Otto Jahn del 1861. Ora è nella biblioteca degli Amici della Musica di Vienna con la segnatura XIII.28280/4 (H26637).
Lettere: nessun riferimento. Ce n’è uno molto generico nella lettera inviata da Wolfgang alla sorella a Salisburgo datata Roma, 25 aprile 1770.

Lo stato del manoscritto K 95

La sinfonia in re KV 95 non c’è giunta in autografo. Dovette esistere forse una copia della partitura di proprietà di Otto Jahn, oggi scomparsa.
L’unica copia della copia è quella di Köchel. La K 95 si trova in manoscritto assieme alle sinfonie K 96, K 134 e K 161. Sono 36 pagine in formato verticale con 12 pentagrammi a facciata; l’ultima pagina è lasciata in bianco. Ci sono numerose correzioni successive a inchiostro e matita.

Riferimenti esterni

Mozart scrisse in modo sgrammaticato alla sorella il 25 aprile: “finirò una sinfonia mia, che cominciai. … una sinfonia e dal copista (il quale è il mio padre) perche noi non la vogliamo dar via per copiarla, altrimente egli sarebbe rubata”

Catalogo Köchel, K 95, sinfonia in re maggiore
Catalogo Köchel, K 95, sinfonia in re maggiore

Somiglianze tematiche nella K 95

La sinfonia K 95 appartiene a quei pezzi che furono ricavati dalle parti strumentali in possesso un tempo degli editori Breitkopf & Härtel e che ora sono perdute. NMA, la nuova edizione critica delle opere di Mozart, è certa che il K 95 sia la sinfonia della quale parla Wolfgang nella lettera del 25 aprile 1770 e che avrebbe completato lo stesso giorno, ma non ci sono evidenze per affermarlo.
Wyzewa e De Saint-Foix notano la somiglianza tra l’Andante e il minuetto della Sonata KV 9.

Manca l’autografo

Poggi e Vallora (Mozart. Signori il catalogo è questo) suppongono, ma “quasi con certezza”, che le sinfonie di cui parla Wolfgang nella lettera del 25 aprile, siano la K 97 e la K 95. In mancanza di autografi, e con la copia della copia della seconda metà dell’Ottocento, la situazione è invece incertissima. Anche Gherardo Casaglia (Il catalogo delle opere di W.A. Mozart) dice laconicamente che la sinfonia K 95 è stata scritta a Roma nel 1770. Avvisa che forse il minuetto è stato aggiunto più tardi, e che quello è dubbio. Perchè, invece il resto com’è?

Wyzewa e De Saint-Foix

Wyzewa e De Saint-Foix datano la sinfonia, chissà perché, alcuni mesi prima, tra gennaio e marzo del 1770. Si diffondono a parlare del minuetto e del trio, che per altri sono stati aggiunti in seguito. Lo si nota dal carattere completamente staccato della musica. In particolare il trio in re minore “offre una serie di inversioni e imitazioni”, che attestano più lavoro rispetto ai precedenti brani della sinfonia; “e sebbene gli oboi intervengano in questo trio solo a intervalli molto rarefatti, ciascuno dei loro ritorni aggiunge al pezzo un colore e un’espressione originali; perché è vero che i modi minori hanno inevitabilmente l’effetto, nel lavoro di Mozart, di eccitare e rinforzare la fantasia poetica”.

Catalogo Wyzewa - de Saint-Foix 78, K 95, sinfonia in re maggiore
Catalogo Wyzewa – De Saint-Foix WSF 78, K 95, sinfonia in re maggiore

Conclusioni sulla K 95

La sinfonia K 95 è eterogenea e ha probabilmente un minuetto aggiunto, che ha carattere tutto diverso, come si nota subito all’ascolto. L’autografo è perso e l’unica testimonianza che l’attribuisce a Mozart è una nota di Köchel a una copia di una copia dell’Ottocento. Troppo poco.
I riferimenti nelle lettere dei Mozart sono in pratica inesistenti, mancano le indicazioni del luogo e la data di composizione. Per ragioni stilistiche alcuni la situano a metà degli anni 1760. La sinfonia K 95 potrebbe essere quindi di Leopold, di Leopold e di Wolfgang o addirittura di un altro autore. Se volessimo ragionare per stili, la musica della K 95, tranne il Minuetto e trio, è tipica di Leopold.



Bibliografia

Riguardo agli anni dal 1756 al 1781:

Luca Bianchini, Anna Trombetta
Mozart la caduta degli dei Parte prima

Editore: Youcanprint
Pagine: 458, Brossura
ISBN: 978-8892602755
(continua…)

Mozart la caduta degli dei Parte prima

Sul periodo dal 1781 in poi, per la musica da camera e le opere vocali:

Luca Bianchini, Anna Trombetta
Mozart la caduta degli dei – Parte seconda

Editore: Youcanprint
Pagine: 490, Brossura
ISBN: 978-8892653399
(continua…)

Mozart la caduta degli dei Parte seconda

Sui rapporti con la massoneria, gli illuminati di Baviera e le altre sette esoteriche:

Luca Bianchini, Anna Trombetta
Mozart Il flauto magico
Editore: Youcanprint
Pagine: 318, Brossura
ISBN: 978-88-27826-52-2
(continua…)

Mozart Il flautro magico

Per tutto ciò che segue il 1791, e il catalogo tematico delle opere di Mozart:

Luca Bianchini, Anna Trombetta
Mozart La costruzione di un genio
Editore: Youcanprint
Pagine: 146, Brossura
ISBN: 978-8831632010
(continua…)

Sitografia

Mozart Il flauto magico
www.mozartilflautomagico.it

Mozart La caduta degli dei
www.mozartlacadutadeglidei.it
www.mozartlacadutadeglidei.com

italianOpera
www.italianopera.org
www.italianopera.it